pag. 11

colpo nel cuor della notte, alle loro famiglie e condotti in Castello come malfattori fra un nuvolo di poliziotti e di soldati ?... Mistero !

5 gennaio 49.

Oggi si è saputo il motivo dell'arresto dei nostri municipali e dei principali impiegati del Comune. Lo ha annunziato alla città con un grande avviso il Feld Maresciallo Haynau, il superbo comandante austriaco in Brescia : egli sta sopra non solo al militare ma anche a tutte le autorità cittadine, e tratta tutti d'alto, in basso come se fosse peggio dell'Imperatore.

L'avviso ha fatto sapere ai cittadini che in un magazzino comunale si sono scoperti degli arredi militari (monture, tamburi, giberne): " grave colpa, dice Haynau, perchè dovevano esser già stati consegnati da un pezzo all'Autorità austriaca. " E si capisce! Vivono sempre in angoscia questi Tedeschi di sentir battere un tamburo che chiami i cittadini alle armi, o di veder apparire i militi della rivoluzione a scacciarli di qua e a ricacciarli al di là delle Alpi! Cosi, per la mancata consegna di quegli arredi, arrestati gli assessori e gli impiegati del Comune e multata la città di 520.000 lire austriache, dico cinquecento venti mila , più di mezzo milione!

" Roba da ladri o da matti! " ha esclamato mio padre innanzi a quell'avviso. " Ha ragione! " bisbigliarono quelle tre o quattro persone che stavano pure a leggerlo: ma sgattaiolarono subito, forse ricordandosi che in più di cinque non ci si può trovar insieme sulla pubblica via, per ordine dell' Imperatore. Che paura ha costui

Febbraio, 49

Si bucina di altri arresti: ma gli assessori e i segretari del Comune sono stati rilasciati, perchè riconosciuti


Inizio - Start
www.brescialeonessa.it